martedì 17 aprile 2012

LA SCRITTURA NEI FUMETTI


Poiché il fumetto è in larga parte utilizzato a fini narrativi, esso è spesso definito "letteratura disegnata"; in realtà, il fumetto può essere utilizzato anche a scopi non narrativi: ad esempio, per una ricetta di cucina, o per realizzare il libretto di istruzioni di un apparecchio.

Alcune Strisce:







Alcune vignette:
Le vignette comiche sulla scrittura di Inkygirl (alias l’illustratrice e scrittrice canadese Debbie Ridpath Ohi) sono una delizia. Con l’ironia di chi vive nell’intasato e spesso frustrante mondo dell’editoria, Debbie racconta episodi di vita editoriale più o meno fortunata di scrittori ed editori.
Se amate la scrittura cliccate sulla vignetta anteprima che ho postato e lasciatevi contagiare dalle battute di Debbie, dal blocco dello scrittore al difficile e quotidiano rapporto con il sig. editore ;)




Un esempio concreto di uso non narrativo del fumetto è il volume Capire il Fumetto - L'arte invisibile, saggio scientifico sul fumetto realizzato interamente a fumetti da Scott McCloud.



ll particolare volume dello statunitense Scott McCloud, interamente realizzato a fumetti, serio, scientifico e, soprattutto, chiaro, che fa luce perfino su "che cosa è e come si dovrebbe definire il fumetto" e getta le basi per ulteriori sviluppi. Un testo decisamente speciale: un vero e proprio saggio scientifico, dedicato alla comprensione del linguaggio del fumetto, scritto da un autore di fumetti.







Come già spiegato, i fumetti sono largamente utilizzati peri manuali e per dare istruzioni di ogni genere:





Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento